Cantina Paddeu

Piazza Europa, 14 - Mamoiada (NU)

Le foto

Clicca sull'immagine per ingrandirla


Chi siamo

Nasce nel 2008 dalle mie mani. Sono infatti, un lavoratore artigiano, muratore nato nei campi e nei vigneti di Mamoiada mio paese. Quell'anno con l'aiuto dei miei familiari e con un paio di ettari di terreno arrivati a me per eredità, impianto un vigneto. Rifiutate le "barbatelle" in commercio, è appassionato della storia di una azienda agraria sarda molto conosciuta, infilo per terra col sistema delle talee circa 8000 tralci di vitigno Canonau, da sempre coltivato nel mio paese. Un sistema che considero innovativo, in quanto rispetta perfettamente il territorio,e tiene in ordine (con i fatti) tradizione, cultura e identità, in un momento storico di confusione e omologazione. 8000 piante su piede franco, cioè senza l'intruso piede americano. Nell'arco di 3 anni i nuovi impianti entrano già in massima produzione, con una qualità di uva superiore a quella delle barbatelle innestate su piede americano e paragonabile, a quella dei vecchi vigneti. Nello stesso tempo adatto una parte della mia casa a "cantina" e la certifico a norma di legge.

Dall'uva raccolta dal vigneto faccio nella mia cantina il vino; dinamico, allo stesso tempo tradizionale, ma sopratutto libero da tutti gli schemi. Gli ho datto il nome di Minneddu (diminutivo del nome di mio nonno materno anche lui artigiano contadino e bottaio).

Minneddu in questo momento si affaccia al mondo come un vino innovativo: naturale, tradizionale e artigianale. Per farlo non filtro e non uso fermenti di "allevamento", ma soltanto quelli indigeni "a pascolo brado". E non aggiungo conservanti perchè l'unico modo di gustare il vino naturale, è berlo d'annata quando è "fatto", giovane è sano e non conservarlo a forza.

Giampaolo Paddeu